Serie C Silver – “A TU PER TU” con Michele Colombi

Dopo una lunga, estenuante ed esilarante stagione è giunto il momento di guardare avanti verso l’anno che verrà. Le api giallorosse sono infatti attese già questo venerdì dal debutto stagionale in C Silver sul campo di Brescia, per un esordio da fuoco. Alla vigilia della partenza e dell’esordio nel nuovo campionato abbiamo voluto stuzzicare coach Colombi con una serie di domande per cercare di inquadrare al meglio la nuova avventura dei nostri ragazzi.

Bene coach. Ripartiamo da dove eravamo rimasti, da quel 27 maggio. A distanza di quasi quattro mesi, cosa ti viene mente tornando al “Don Giussani”?

Non ricordo la data esatta ma suppongo che tu stia parlando della fatidica gara-promozione contro Lodi. Beh sicuramente mi tornano alla memoria tante emozioni ma soprattutto l’atmosfera del campo, i ragazzi che correvano a centrocampo ad abbracciarsi tra di loro, l’adrenalina degli ultimi possessi. Da queste energie positive noi dobbiamo ripartire per cercare di dimostrare la nostra forza sul campo.

Ormai sono venti giorni che i ragazzi si stanno allenando con intensità. A distanza di pochi giorni dall’esordio sul parquet bresciano, quali sono le tue sensazioni sul gruppo?

Quest’anno ho avuto meno tempo a disposizione per preparare i ragazzi, avrei avuto bisogno di almeno quindici giorni ulteriori. Ho dovuto quindi modificare le mie idee tecniche e sacrificare qualche allenamento per dedicarlo alla parte atletica. Le amichevoli disputate mi hanno dato buone sensazioni, si vede che c’è voglia e grinta nel giocare insieme, nel passarsi la palla. I ragazzi si conoscono già alla perfezione e sanno quello che io mi aspetto da loro. Discorso che vale anche per il nostro nuovo tassello, Stefano Zanlucchi.

Segrate è inserita nel girone C, dove incontrerà diverse squadre provenienti dalla serie inferiore come lei. Cosa ci puoi dire delle avversarie e quale influenza può avere affrontare delle trasferte in molti casi lunghe e faticose?

Senza dubbio avrei preferito capitare nel girone di Milano sia per una questione logistica sia per le informazioni sulle squadre avversarie. Il livello tecnico sulla carta parla di un girone molto buono e quindi molto difficile. Sappiamo che la Juvi farà un campionato a parte, ma ci sono anche altre formazioni piuttosto quotate. Ogni partita sarà una battaglia a sé da vincere. Le distanze ragguardevoli alla lunga possono rappresentare un problema sia a livello nervoso che fisico, perché non è sicuramente facile uscire da una giornata lavorativa e doversi sparare centinaia di chilometri. Proveremo a trasformare questo aspetto in ulteriore carica agonistica.

Se ti dovessi chiedere un pronostico per questa stagione?

L’obiettivo primario dev’essere quello di mantenere la categoria. Dobbiamo cercare di ragionare partita dopo partita e cercare di fare più punti possibili soprattutto in casa. E’ chiaro che il livello si alza parecchio e quindi le prospettive cambiano. Probabilmente (mi auguro di no) ci saranno dei momenti negativi di transizione che dovremo affrontare. Sarà importante gestirli psicologicamente nella maniera corretta. A oggi non mi sento di fare una previsione, ma spero che i ragazzi diano il massimo ogni partita, sia con la tecnica che con il cuore. Bisognerà allenarsi duramente ogni settimana, ma nel complesso sono molto fiducioso.

No Replies to "Serie C Silver - “A TU PER TU” con Michele Colombi"